Per realizzare un tappeto erboso oltre che la “recente” novità del Prato Pronto vi è il metodo tradizionale e probabilmente ancora quello più utilizzato della SeminaLa semina di un prato e’ un operazione che richiede una certa dimestichezza sia nella preparazione del terreno che nella fase vera e propria di spargimento delle sementi sul terreno. In relazione al più semplice Prato Pronto Effetto per realizzare un prato seminato sarà obbligatoriamente necessario passare per varie fasi: Fresatura della superficie da seminare con vari passaggi di motocoltivatore o motozappa, bonificare il terreno dalle varie impurità quali sassi o altri materiali non attinenti al letto di semina, spianare e livellare il terreno oggetto della semina, riportare nuova terra ove ve ne sia necessità (quasi sempre), seminare utilizzando il miscuglio di sementi prescelto. Infine interrare leggermente lo stesso tramite rastrellatura leggera ed infine rullatura di tutta la superficie. Dopo di che’si dovrà’ provvedere a regolari irrigazione a pioggia in modo da mantenere la superficie costantemente umida sino alla germogliazione delle sementi in particolar modo nelle ore centrali della giornata. Infine ma non meno importante sperare che non intervengano fattori atmosferici sfavorevoli quali forti piogge improvvise. Le stagioni propizie per le semine in genere sono l’autunno e la primavera. Il tempo di germogliazione varia a seconda del periodo da un minimo di 10 gg ad anche svariate settimane. Il prato inizialmente risulta molto delicato e le operazioni di sfalcio vanno eseguite con la massima attenzione per evitare di estirpare le giovani piantine appena germogliate. Di seguito esempi di preparazione del terreno mediante fresatura e successiva semina.

20130723_162821

20130716_160309